Collegio docente:composizione funzioni e compiti

Dirigente scolastico

Prof. ssa Margherita Biscotti ( curriculum del Dirigente scolastico è visibile sul sito alla sezione OPERAZIONE TRASPARENZA e DIRIGENTE).

RUOLO: Rappresentante Legale dell'Istituzione, predispone tutte le condizioni per un costante, sistematico e progressivo miglioramento della qualità degli esiti formativi degli studenti.

        Obiettivi:
  •   Assicurare la gestione unitaria dell’istituzione;
  •   Rappresentare legalmente l’istituzione;
  •   Gestire le risorse finanziarie e strumentali rispondendo del risultato dei servizi;
  •   Dirigere, coordinare e valorizzare le risorse umane, nel rispetto degli organi collegiali della scuola;
  •   Gestire le relazioni sindacali;
  •   Organizzare l’attività scolastica secondo criteri di efficacia e di efficienza formative;
  •   Promuovere gli interventi necessari per assicurare la qualità dei processi formativi e la collaborazione delle risorse      culturali,professionali, sociali  ed economiche del territorio;
  •   Diffondere la cultura della sicurezza e prevenzione;
  •   Tutelare l’incolumità degli studenti, del personale docente e non


      Garantisce:

    

  •  il diritto di apprendimento da parte degli alunni;
  •  l’esercizio della libertà di scelta da parte delle famiglie;
  •  l’esercizio della libertà di insegnamento, intesa anche come libertà di ricerca e innovazione metodologica - didattica da parte dei  docenti.


L’ATTIVITA’ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO


Organo individuale che rappresenta l’unità di conduzione della scuola,Rappresentante legale dell'istituzione. 
Il Dirigente Scolastico - le cui funzioni sono descritte nell’art. 25 del Decreto Lgs. 165/01, nell’art. 16 DPR 275/99 e nel regolamento di contabilità ( D.M. 44/01 ) - all’inizio dell’anno scolastico deve provvedere ad una mole qualitativa e quantitativa di importanti e complessi adempimenti gestionali :
1. Convoca gli Organi Collegiali e a  dà inizio a tutti gli adempimenti dirigenziali ,diramando direttive e richiamando note già affisse all'Albo. 
2. Provvede alla formazione delle classi, con adeguata pubblicizzazione dell’adempimento;
3. Provvedimento di surroga dei membri del Consiglio d’Istituto decaduti o cessati  Decreto Lgs. 297/94-presa d'atto per il Consiglio di Circolo );
4. Assegnazione personale docente ed educativo alle sezioni, ai plessi ed alle classi (art. 25 Decreto Lgs. 165/01 e art. 6 C.C.N.L. 29.11.2007) seguendo i criteri definiti dalla contrattazione integrativa d’Istituto;
5. Nomina dei Collaboratori ed eventuale conferimento di deleghe ai medesimi (art. 25 Decreto Lgs. 165/01, art. 32 D.M. n. 44/01 e art. 34 C.C.N.L. 29.11.2007);
6. Svolge le relazioni sindacali secondo quanto previsto dal D. Lgs. 165/01 e dal CCNL 29.11.2007 ( art. 6 ed altri ). Al Dirigente compete anche la predisposizione della relazione illustrativa e tecnico finanziaria sull’ipotesi di contrattazione integrativa di istituto ( art. 6 c. 6 CCNL 29.11.2007 ). Relativamente a questo adempimento non si condivide quanto sostenuto dalla Ragioneria Generale dello Stato con nota prot. 75477 del 14.07.2008, che indica nel DSGA il soggetto competente alla predisposizione e sottoscrizione della relazione. Non si può imputare al DSGA un adempimento direttamente connesso alla contrattazione di istituto quando questi vi è del tutto estraneo. Inoltre il testo letterale della norma contrattuale non si presta ad alcun dubbio interpretativo. Sempre nell’ambito delle relazioni sindacali, comunica alla RSU l’entità dei permessi retribuiti loro spettanti ( artt. 8 e 9 CCNQ 07.08.1998 ); 
7. Direttive di massima al Direttore S.G.A. ed eventuale conferimento di deleghe dirigenziali (artt. 17 e 25 Decreto Lgs. 165/01, art. 32 D.M. n. 44/01 e CCNL 29.11.2007 con riferimento al profilo professionale del Direttore S.G.A.); 
8. Individua i docenti ai quali il DSGA affida in custodia il materiale didattico, tecnico e scientifico  dei laboratorio( art. 27 D.M. 44/01 ); 
9. Attribuzione funzioni strumentali al personale docente, in esecuzione delle decisioni assunte dal Collegio dei docenti (art. 33 C.C.N.L. 29.11.2007);
10. Predisposizione piano delle attività del personale docente (art. 28 comma 4 C.C.N.L. 29.11.2007 );
11. Adozione piano delle attività del personale ATA., predisposto dal Direttore S.G.A. (art. 53 comma 1 C.C.N.L. 29.11.2007);
12. Attribuzione incarichi specifici al personale A.T.A. ;
14. Relazioni su:
Þ Direzione e coordinamento delle attività formative, organizzative e amministrative, come previsto dell’art. 25 comma 6 Decreto Lgs. 165/01;
Þ L’attività negoziale svolta, come previsto dell’art. 35 D. M. n. 44/01;
15. Autorizzazione al personale docente per l’esercizio della libera professione (T.U. Decreto Lgs. 297/94 a art. 53 Decreto Lgs. 165/01);
16. Stipula dei contratti individuali di lavoro del personale docente e A.T.A., se già non avvenuta (artt. 25 e 44 del C.C.N.L. 29.11.2007 );
17. Aggiornamento del Documento Programmatico sulla Sicurezza ( in sigla DPS, previsto dal Decreto Lgs. 196/03 ) con riferimento alla nomina del responabile e degli incaricati, per effetto di movimenti in entrata e in uscita di personale docente e A.T.A.. Vedi anche le misura di semplificazione introdotte dall’art. 29 del D.L. 112/08, convertito in legge 133/08;
18. Adempimenti sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al D. Lgs. 09.04.2008 n. 81;
19. Svolge attività di impulso per adeguare il regolamento di istituto allo Statuto delle studentesse e degli studenti e per definire
 le procedure di elaborazione condivisa e sottoscrizione del patto educativo di corresponsabilità . 

L’ATTIVITA’ DEL COLLEGIO DEI DOCENTI


Organo tecnico professionale che decide su questioni fondamentali di organizzazione e contenuti delle attività didattiche 

Nelle competenze del  Collegio dei Docenti  rientrano ,come organo tecnico - professionale, adempimenti previsti da disposizioni legislative e regolamentari e da norme contrattuali.


Gli adempimenti da effettuare sono i seguenti:
1 Elaborazione di eventuali modifiche al P.O.F. (art. 3 DPR 275/99);
2 Definizione del piano annuale delle attività dei docenti (art. 28 comma 4 C.C.N.L. 29.11.2007 );
3 Fissazione dei criteri per la partecipazione dei docenti alle attività collegiali dei Consigli di classe, di interclasse e di intersezione (art. 29 comma 3 lettera b C.C.N.L. 29.11.2007 );
4 Proposte al Consiglio d’Istituto delle modalità e dei criteri per lo svolgimento dei rapporti con le famiglie e gli studenti (art. 29 comma 4 C.C.N.L. 29.11.2007 );
5 Proposta al Consiglio d’Istituto per la regolazione delle attività didattiche dei docenti, costituenti ampliamento dell’offerta formativa (art. 32 C.C.N.L. 29.11.2007 );
6 Identificazione delle funzioni strumentali e definizione dei criteri di attribuzione, del numero e dei destinatari (art. 33 C.C.N.L. 29.11.2007 );
7 Definizione del piano annuale di aggiornamento e formazione dei docenti(art. 66 C.C.N.L. 29.11.2007 e art.2 C.C.N.I.04.07.08 );
8 Proposta al Consiglio d’Istituto delle attività del personale docente da retribuire con il fondo di Istituto(art.88 comma 1 C.C.N.L.29.11.2007 ).

ĉ
Scuola De Amicis,
23 mar 2014, 11:36
ĉ
Scuola De Amicis,
25 feb 2014, 11:02